SCUOLA DIGITALE

BRUNETTA E GELMINI SIGLANO UN PROTOCOLLO D'INTESA CON MICROSOFT

  Formazione e iniziative sperimentali per docenti e studenti

25 settembre 2009 - Governo
Il Ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, e il Ministro dell’Innovazione, Renato Brunetta, hanno firmato questa mattina a Palazzo Chigi un Protocollo di intesa con Microsoft Italia per sostenere la qualità dell'offerta formativa delle istituzioni scolastiche, da una parte operando per la formazione dei docenti e per l'utilizzo della multimedialità nella didattica, dall'altra attuando specifiche iniziative sperimentali

Le iniziative del MIUR

Il piano "La scuola digitale" si articola in due fasi.
La prima proposta a gennaio 2009 e già operativa, prevede l'introduzione delle lavagne interattive multimediali (LIM), la seconda denominata Cl@ssi 2.0 ha come obiettivo l'utilizzo delle ICT nelle scuole.


Il progetto Cl@ssi 2.0, che ha già coinvolto la scuola secondaria di I grado, ha l'obiettivo di trasformare l'ambiente di apprendimento tradizionale attraverso le ICT.

Da oggi parte una seconda fase che riguarderà anche le scuole primarie e secondarie superiori. Sono state selezionate intanto 156 scuole, entreranno in formazione 1.404 insegnanti di tutte le discipline e 3526 studenti delle classi prime.

La scuola digitale e il piano e_Gov 2012 per la scuola

Con il piano e_Gov 2012 (obiettivo scuola) ed il Protocollo di intesa del 30 ottobre 2008, il Miur e il Ministero della pubblica amministrazione e l'innovazione hanno avviato una serie di interventi coordinati per l'innovazione digitale della scuola.

Le iniziative del MIUR

Il piano "La scuola digitale" si articola in due fasi.

La prima proposta a gennaio 2009 e già operativa, prevede l'introduzione delle lavagne interattive multimediali (LIM), la seconda denominata Cl@ssi2.0 ha come obiettivo l'utilizzo delle ICT nelle scuole.

Sono state già installate a settembre 7697 LIM che si uniscono alle 3.300 LIM fornite dal Dipartimento per la Digitalizzazione della pubblica amministrazione e l'innovazione tecnologica. Inoltre sono iniziati i corsi di formazione che dureranno per tutto l'anno scolastico coinvolgendo circa 30.000 docenti.

Da oggi parte una seconda fase che riguarderà le scuole primarie e le secondarie superiori. Entro fine ottobre le scuole potranno presentare le domande.

L'obiettivo è di avere entro giugno altre 20.000 classi attrezzate complessivamente 100.000 insegnanti in formazione.

Il progetto Cl@ssi 2.0, che ha già coinvolto la scuola secondaria di I grado, ha l'obiettivo di trasformare l'ambiente di apprendimento tradizionale attraverso le ICT.

Da oggi parte una seconda fase che riguarderà anche le scuole primarie e secondarie superiori. Sono state selezionate intanto 156 scuole, entreranno in formazione 1.404 insegnanti di tutte le discipline e 3526 studenti delle classi prime.

Alle scuole del progetto Cl@ssi 2.0 si uniscono alle 560 scuole finanziate dal Ministero per la PA e l'Innovazione per la realizzazione di progetti di didattica digitale (partecipano oltre 1.700 classi, 35.000 studenti e 5.000 docenti)

Le iniziative Miur e Ministero per la PA

Il progetto “ Servizi scuola-famiglia via web ” ha l'obiettivo di semplificare le relazioni scuola-famiglia grazie ad un insieme di servizi innovativi tra cui:

  • Pagelle online;
  • Registro elettronico di classe;
  • Notifica alle famiglie via SMS delle assenze dei figli;
  • Prenotazione colloqui con i docenti;
  • Certificati online.

Inoltre, il progetto Compagno di classe favorisce l'adozione da parte degli studenti delle scuole medie di un mini PC portatile come supporto alla didattica.

Il portale Innovascuola, dal quale tutte le scuole possono scaricare materiali digitali per la didattica, è stato aggiornato (www.innovascuola.gov.it). La nuova versione è arricchita nei contenuti (già da oggi sono disponibili i materiali forniti dal Ministero dei beni culturali, dalla Treccani e da Motta Editore) e offre nuovi strumenti di collaborazione docenti-studenti (blog, wiki, community).

Per premiare l'innovazione sarà istituito un Premio per i migliori contenuti digitali prodotti dalle scuole, anche in collaborazione con l'Università

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: