LA PEDAGOGIA DELLA LUMACA


Sapremo ritrovare tempi naturali? Sapremo attendere una lettera?
Sapremo piantare una ghianda o una castagna sapendo che saranno i nostri pronipoti a vederne la maestosità secolare? Sapremo aspettare?

Noi esseri umani non siamo più importanti di una farfalla, di una spiga di grano, di un sasso levigato dal torrente o di un tramonto sontuoso al largo dell’Isola del Giglio... Come è nobile la lumaca che ci insegna, 
che lento è bello!

C
hristoph Baker 

 Fotocopie
o disegni?

Sono alcune  delle domande alle quali, a partire dall’esperienza di maestro prima  e di dirigente scolastico poi , Gianfranco Zavalloni cerca di dare delle risposte nel suo libro  e nel suo sito LA PEDAGOGIA DELLA LUMACA.
il filo conduttore della pedagogia della lumaca  è quello di “riflettere insieme”sul senso del nostro tempo educativo e sulla necessità di adottare strategie didattiche di rallentamento.
Il tempo sta diventato il bene più prezioso da ritagliarsi, in un mondo in cui tutto procede velocemente dove siamo tutti abituati a sbrigarci, finire in fretta e non riflettere mai a posteriori su quello
che si è fatto.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: